Visita all'acquedotto di Ca’ Solaro

AccumuloIl giorno 18 novembre 2022 il Collegio Ingegneri di Venezia ha organizzato una Visita Tecnica presso l’acquedotto di Ca’ Solaro a Favaro Veneto gestito da Veritas SpA.

Dopo una breve presentazione dell’Ing. Alessandro Gaburro, dirigente direttore acquedotti Veritas Sp.A,, il Dott. Francesco Ricci e l’Ing. Federico Perissinotto hanno capitanato due gruppi per il giro degli impianti.

La visita ha seguito il flusso dell’acqua che arriva dalla presa del Sile: si sono così visti gli aspetti tecnici e strutturali del canale e le relative portate di dimensionamento; la gestione dell’acqua industriale e potabile; il sistema di pompaggio e della sua gestione volta ad ottimizzare i consumi; infine si è passati all’esame del primo pretrattamento che utilizza come reagente anche la CO2 con lo scopo di regolare al valore voluto il pH.

Il passaggio seguente è stata l’area di sollevamento tramite coclee e trattamento con Biossido di Cloro in cui sono presenti per motivi storici 3 diverse tipologie di impianti; quindi l’impianto di decantazione e successiva filtrazione prima di arrivare all’accumulo generale; il tutto condito con esaurienti spiegazioni.

Il controllo chimico fisico dell’acqua completo viene effettuato in laboratorio; in più, per verificare l’assenza di anomalie tra un’analisi e l’altra, si esegue un controllo in linea su alcuni parametri base; allo scopo l’acquedotto di Cà Solaro, per primo in Italia, ha recentemente introdotto un sistema a Bioluminescenza.

L’ultima parte della visita si è svolta all’impianto di trattamento a carboni attivi e presso il serbatoio di accumulo (quest’ultimo progetto dell’Ing. Morandi) che precedono il sistema di pompaggio.

Ringraziamo Veritas SpA e tutti i docenti per l’eccellente riuscita della Visita Tecnica.

Qualche nota sul ciclo integrato delle acque “Veritas”

L’acqua potabile erogata da Veritas è per la maggior parte di falda, attinta da pozzi a una profondità che arriva a 300 metri. Solo una piccola parte è prelevata dai fiumi Adige, Sile e Livenza e potabilizzata negli impianti di Cavanella d’Adige, Ca’ Solaro e Jesolo (Sile), Torre di Mosto (Livenza), per coprire da una parte i picchi di consumo del veneziano, del trevigiano e di Chioggia, dall'altra quelli di Jesolo e Caorle nella stagione balneare.

L’acqua Veritas è ottima, controllata ed economica: 1.000 litri costano circa 1,5 euro e la tariffa del servizio idrico integrato è tra le più basse d’Italia e del Veneto. Ogni anno il laboratorio aziendale analizza 200.000 parametri. La qualità dell’acqua Veritas è controllata anche da Arpav e dalle Usl competenti, cui spetta – attraverso il Servizio igiene alimenti e nutrizione – il giudizio di potabilità.
Il laboratorio è accreditato secondo la norma Uni Cei En Iso/Iec 17025 con accreditamento n. 0211. L’elenco delle prove accreditate è reperibile nel sito di Accredia nella pagina Ricerche delle prove accreditate Laboratori, sezione Laboratori di prova e digitare il numero del certificato 0211 nel campo Ricerca prove accreditate per laboratorio.

Il laboratorio aziendale verifica periodicamente temperatura, pH carbonio organico totale (TOC), cianuro, torbidità, ammonio, colore, cloro residuo libero e totale, residuo secco a 180°C e verifica conduttività, alcalinità, calcio, magnesio, durezza, indice di aggressività. È oggetto di approfondite analisi la presenza di microrganismi e inquinanti quali, ad esempio, composti organo alogenati, metalli (arsenico compreso) e antiparassitari. Tutti i parametri sono conformi ai limiti di legge.

DI SEGUITO ALCUNE FOTO

Accumulo
Coclee di sollevamento
Filtri a carbone
Filtri a sabbia
IMG20221118160837
Impianto biossido di Cloro
Presa dacqua
Vasca decantazione
Vasca vuota

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database